TA Euro

Le notizie legali più fresche della rete


Da 5 anni non si fa un bando per il salvavita Beghelli

Da 5 anni non si fa un bando per il salvavita Beghelli

Era il 19 ottobre del 2011 quando lo Stato, in uno dei rari momenti in cui pensa al bene dei cittadini, indiceva un bando per l’assegnazione di 20 apparecchi Salvavita Beghelli agli anziani residenti nel comune di Civitavecchia. Un’ iniziativa tanto lodevole quanto, purtroppo, destinata a scomparire. Perché sono ormai 5 anni che lo Stato non indice un bando simile? Si sono dimenticati dei poveri anziani bisognosi d’assistenza presenti in tutto il Paese?

Questo articolo vuole essere un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica su iniziative valide abbandonate poi inspiegabilmente, quindi non si tratta di polemica ma di pura e semplice informazione legale, visto che molti di questi cittadini si vedono costretti a ripiegare su siti internet come Sanort (senza nulla togliere all’egregio servizio fornito da questi ultimi naturalmente) per acquistare il Salvavita Beghelli, un ausilio che è ormai una vera e propria assicurazione sulla vita.

L’iniziativa precedente, che ricordiamo era riservata al comune di Civitavecchia, era lodevole e si rivolgeva ad anziani dai 61 anni in su o a disabili con almeno l’85% di invalidità. Compilando gli appositi moduli ed allegando i documenti necessari si entrava direttamente in lista per ottenere l’apparecchio Salvavita Beghelli in maniera totalmente gratuita.

In 5 anni però non abbiamo più visto bandi del genere in nessun altra città d’Italia, e di certo non è che in questo periodo anziani e disabili sono scomparsi. Dunque perché negare a queste persone bisognose un aiuto che richiede un solo piccolo contributo? Forse sarebbe il caso che il Governo cominciasse a prendere di nuovo in considerazione iniziative del genere, piuttosto che fare ulteriori tagli a Sanità ed Assistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *